lunedì 28 febbraio 2011

Donata ad una parrocchia di Cracovia la talare che Papa Wojtyla indossava il giorno dell'attentato. E' stata conservata segretamente da Dziwisz (Izzo)

WOJTYLA: DONATA A PARROCCHIA CRACOVIA TALARE DELL'ATTENTATO

Salvatore Izzo

(AGI) - CdV, 28 feb.

Anche se la bara di Papa Wojtyla non sara' aperta in occasione della traslazione dalle Grotte Vaticane alla cappella di San Sebastiano, la nuova parrocchia di Cracovia che verra' intitolata al Beato Giovanni Paolo II subito dopo la cerimonia del primo maggio, avra' ugualmente una straordinaria reliquia: la talare che il Pontefice polacco indossava il 13 maggio 1981, conservata segretamente dall'allora segretario personale Stanislao Dziwisz.
La veste bianca macchiata di sangue sara' cosi' finalmente esposta alla venerazione dei fedeli. Notizia ufficiale della donazione della reliquia sara' data domani in una conferenza stampa sul tema "Il dono del Papa" organizzata da mons. Jarek Cielecki, direttore del Vatican Service News.
All'incontro, che si terra' alle 11,30 all'Istituto Maria Bambina, accanto al Colonnato di piazza San Pietro, interverra' anche il card. Giovanni Coppa, gia' nunzio itinerante per i Paesi dell'Est durante il Pontificato.

© Copyright (AGI)

23 commenti:

SERAPHICUS ha detto...

no comment

Anonimo ha detto...

quindi si sapeva che il papa sarebbe diventato beato già nel 1981?
per il bene di gp2 sarebbe meglio che don stanislao non parlasse più fino al 2 maggio.

laura ha detto...

Con tutto il rispetto e la venerazione possibili per un Papa che ha meso in ginocchio il mondo con la Sua sofferenza, bisognerebbe essere più attenti a non cadere ne feticismo e a non esporre qualcosa di così intimo. Quante talari son state macchiate di sangue. Durante l'omelia della notte di Natale del 2010, Benedetto XVi ha parlato di mantelli intrisi di sangue e i martiri sono tanti, troppi, soprattutto oggi. Giovanni Paolo II non ostentava la sua sofferenza e il suo martirio.

marco ha detto...

E' vergognoso.
Mai, mai si è verificato nella storia della chiesa tutto questo.

Anonimo ha detto...

Profetico Stasiu, sapeva con 30 anni d'anticipo cosa sarebbe accaduto e si è preparato. Miracoli compresi?
Alessia

Anonimo ha detto...

Scusate lo sfogo...E' mai possibile che si faccia tanto clamore intorno a GP 2°,da parte di segretari,ex portavoce,postulatore,giornalisti amici ecc. ecc., in tutti i canali tv,giornali e chi più ne ha più ne metta? " Come pregava con convinzione! Per lui ,pregare era una necessità! E come era attento quando celebrava la Messa! Mentre passeggiava,teneva in mano il rosario!Era così umile e semplice! Nessun Santo e nessun Papa ha viaggiato tanto quanto lui! E via così. Dico io: forse che gli altri Papi non facevano lo stesso e forse meglio? Chi ha l'età, ricorda Papa Giovanni XXiii, la sua semplicità,la sua santità! Il mio concittadino Paolo VI ,era umilissimo,pieno di devozione. Ricordate papa Luciani? Che semplicità,che santità! Non voglio citare Papa Benedetto,perché mi direste che sono troppo parziale,visto che per me è GIA' SANTO ORA !!! Insomma,continuando a vantare Giovanni Paolo II per aspetti che qualsiasi Papa dovrebbe avere, si fa un pessimo servizio proprio a lui! anch'io gli volevo bene e ho pianto quando è morto,però,confesso,ho il "rigetto" a forza di sentirlo tanto decantare ! Che dire del "fido" segretario Stanislao? Perché si è tenuto tutte queste " reliquie" ?! Prima le carte private che doveva bruciare,poi...(che macabro) l'ampolla di sangue e ora la tonaca insanguinata!!! Ma vuole che vengano venerate come se fossero la Sindone o il Corpo e Sangue di Cristo nell'ostensorio?
Se Giovanni Paolo II era così umile,non sarebbe certo contento di tutto questo! Non ci pensa il bravo ex segretario? Poi voglio finalmente dire che gli altri Santi e Pontefici non hanno viaggiato tanto quanto lui,semplicemente perché ai loro tempi non c'erano tutte le facilità di spostamento come ai giorni nostri e poi, non hanno avuto tutti gli anni che lui ha avuto a disposizione!
Un abbraccio! LiciaS-Devota di B 16

Anonimo ha detto...

Ma ti rendi conto che stai dicendo caro anonimo ? Il segretto di Fatima, la Madonna, la santità... no sei interessato a questo ? sperò che non farai un tale commento in più fino alla beatificazione. Dove è la carità ?

Giaco ha detto...

"anonimo ha detto: quindi si sapeva che il papa sarebbe diventato beato già nel 1981?"
Ho pensato la stessa cosa....com'è possibile??!!

Anonimo ha detto...

Quel segretario non meritava nemmeno la dignità episcopale. Adesso pure cardinale...... il feticismo e il traffico delle reliquie (sangue, talare, oggettistica varia) lo paragona a qualche uomo di Boccaccesca memoria. Non mi meraviglierei se il don Stanislao, avesse pure qualche piuma dell'Arcangelo Gabriele , arrivata chissà da quale visione mistica. (A voglia i giornaloni"laicisti" di scrivere)

fr. A.R. ha detto...

A parte la figura chiacchierata e un po' interessata del segretario del Santo Padre Giovanni Paolo II, non griderei allo scandalo per la reliquia della talare dell'attentato. Era ovvio che venisse conservata, se non altro per motivi storici. E comunque bisogna pensare che nelle ore e nei giorni appena successivi all'attentato non si sapeva con certezza se Giovanni Paolo II sarebbe sopravvissuto. Nel caso della sua morte sarebbe evidentemente diventato martire all'istante. E quindi era giustificatissima la conservazione della reliquia della veste testimonianza del martirio.

Anonimo ha detto...

Il feticismo e il traffico di relique c'e' sempre stato nella Chiesa Cattolica, una delle cause che portà alla Riforma Protestante. Vi meravigliare per cosa?

Un Papa che ha vissuto come ha vissuto GPII, che è stato salvato dalla Vergine dall'attentato e che ha reso noto il segreto di Fatima dove si è visto come l'uomo vestito di bianco assassinato sul monte, è normale che abbia un alone di santità che lo circonda. Non ci vedo niente di male.

euge ha detto...

Quel segretario è la rovina di Giovanni Paolo II insieme a tutti quelli che lo pongono in etertno confronto con Benedetto XVI. Innalzando sempre di più il primo e sbattendo senza il minimo rispetto sempre di più nel fango il secondo. Si è cominciato con la voce che voleva il cuore di Wojtyla, esposto in una teca in non sò quale castello sperduto della Polonia, poi, non da molto a Roma, sono cominciate a girare " reliquie casarecce" create da sedicenti sarte del Pontefice che vengono distribuite a chi non conosce come funzionano certi mercanteggi, poi il pezzo di stoffa intriso di sangue, promesso come reliquia al pilota di F.1 Kubica, adesso la talare! Sinceramente, mi viene schifo a leggere certe cose. Peraltro, sono convinta, che a Giovanni Paolo II tutto questo, non farebbe piacere ma, sappiamo benissimo che la sensazionalità viene prima di tutto e che l'enturage di Wojtyla da quel segretario al suo portavoce, ha vissuto per anni ed anni sulla sensazionalità e sulla mediaticità quando c'era chi prendeva sonori ceffoni dai giornali e dai media, perchè svolgeva con scrupolo il compito di chi aveva l'incarico di difendere la fede dei semplici. Credo, che il fondo non lo abbiamo ancora toccato.................... e quel segretario, ci stupirà con ALTRI EFFETTI SPECIALI!!!!!!!!!!!!!

Caterina63 ha detto...

Concordo con fr.A.R.
facciamo attenzione a non riversare certe inquietudini, non necessarie, contro Giovanni Paolo II e l'uso delle Reliquie da parte della TRADIZIONE DELLA CHIESA....

Quando san Policarpo venne martirizzato, i fedeli fecero una sorta di gara improvvisata a chi raccogliesse più sangue con stoffe e fazzoletti....
io rammento che il giorno dopo l'attentato, andammo in piazza san Pietro e sul punto in cui egli venne colpito che era sottolineato da fiori e transenne e gessetti della polizia, ci inginocchiamo per pregare affinchè il Papa non morisse...e toccammo quelle pietre con atto di venerazione, come fossero già delle reliquie...

Non c'è da vergognarsi nè da criticare, è la nostra più autentica forma di PIETAS, piegarci sul sangue dei martiri...
Il problema è l'atteggiamento avuto dal suo segretario, spesso intrigante e ARCANO...egli è sempre stato convinto di lavorare per un santo, e di conseguenza si è sempre comportato così....raccogliendo e conservando materiale che un "domani" sarebbe tornato utile....
Non c'è da fargliene rimprovero anche se si gradirebbe PIU' SOBRIETA'... E PIU' IMPARZIALITA'...

don Stanislato ha detto cose anche ben più infelici del raccogliere la tunica...
ha detto: "LA CHIESA IN POLONIA FINALMENTE HA UN PAPA TUTTO SUO, CON LA BEATIFICAZIONE DI WOJTYLA ABBIAMO UN PAPA TUTTO NOSTRO..."
Sono questi NAZIONALISMI ad essere pericolosi...per questo genere di polacchi Benedetto XVI continua ad essere il SERVITORE DI WOJTYLA...
gli serve un Papa che beatifichi IL LORO PAPA...
questi sono i veri problemi e i veri scandali... ma grazie a Dio non tutta la Polonia è così...

Salvatore Izzo ha detto...

Non ci si deve meravigliare se don Stanislao conservo' la talare insanguinata del Papa. Questo fatto non implica che pensasse gia' nell'81 a una possibile beatificazione. Abiti e oggetti utilizzati dai Pontefici sono spesso esposti in musei e comunque conservati per il loro valore di documentazione storica.
E' prassi normale, ad esempio, che le vesti liturgiche utilizzate dai Pontefici nelle visite pastorali restino alle diocesi. Cosi' pure quando - in genere da comunita' monastiche femminili - viene donata una papalina a Benedetto XVI si usa lasciare alle religiose quella che il Papa stava indossando. Cosi' come non credo che i cappelli militari ecc che il Papa indossa per un attimo in occasione delle udienze o dei 'baciamani' vengano poi gettati via.... A maggior ragione sarebbe stato impensabile che la talare macchiata di sangue - testimonianza di un fatto storico di grande rilievo - fosse distrutta. Grazie dell'ospitalita'.

Anonimo ha detto...

l'unica rivelazione che conta è quello di cristo.
quella di fatima è privata e io posso anche non crederci.
detto questo,la profezia riguarda tutti i papi non solo uno.
tutti i papi soffrono e hanno sofferto non solo uno.
resta il mistero.
suor lucia insistette perché la profezia fosse resa nota nel 1960.
tutti i papi,da roncalli a wojtyla,hanno disubbidito.
per questo non credo molto a tutte queste storie.

Anonimo ha detto...

Posso permettermi dubbi sulla personalizzazione fatta dal beatificando Papa GP2 del segreto di Fatima? L'attentato dai moventi mai chiariti, il possibile martirio in caso di morte, la "rivelazione" del segreto di Fatima meravigliosamente adattato all'uopo. Mi sembra molto più realistica la lettura che ne ha dato Papa Benedetto nell'aereo che lo portava a Fatima.

Anonimo ha detto...

Papa Benedetto non è il servitore di Wojtyla, ma di NS Gesù Cristo.
Alessia

Caterina63 ha detto...

Anonimo ha detto...
l'unica rivelazione che conta è quello di cristo.
quella di fatima è privata e io posso anche non crederci.

**************************

NO!! NO!! NO!!! è sbagliato ragionare così NON è da CATTOLICO!!!
Quando una apparizione è CONFERMATA DALLA CHIESA questa ci conduce a Cristo E' VOLUTA DAL CRISTO e Maria non è una "santa" è LA REGINA DEI SANTI E DEGLI ANGELI, ciò che DICE ed è CONFERMATO DALLA CHIESA, seppur è vero che rimane nel contesto di una fede "privata" DIVENTA ANCHE TESTIMONIANZA....

FATIMA E' UNA TESTIMONIANZA DEL CIELO CHE RIVESTE UNA ENORME IMPORTANZA come quella di Lorudes nella quale si confermò DAL CIELO l'Immacolata Sempre Vergine Maria...
in tal senso è DOGMA DI FEDE CREDERE NELL'IMMACOLATA!!!

Alcuni cattolici sostengono perfino che non sia importante ritenere Maria "sempre Vergine"...questo è sbagliato! e conduce all'eresia...
La Fede della Chiesa implica il credere IN TUTTO CIO' CHE LA CHIESA CI PROPONE A CREDERE.... ed è sancito nella VIRTU' TEOLOGALE...
"..chi non crede nelle apparizioni, pour libero di non credere, deve tenerselo per se... e mai usarlo per sostenere le proprie opinioni!!"
(cardinale Joseph Ratzinger 1991)




^__^

Anonimo ha detto...

Mi dispiace, ma Fatima non è un messaggio che riguarda tutti i Papi, ma ha un significato particolare che con il senno di poi si è intrecciato con la storia di GPII. Non rimescoliamo le carte a proprio piacimento e lo dico proprio da non cattolico

Anonimo ha detto...

la profezia di fatima riguarda verosimilmente il crollo della fede,l'apostasia e i crimini commessi dai preti come la pedofilia.
letta così ha un senso,limitarla all'attentato sminuisce la vergine che non ama solo un papa ma tutta la chiesa.
max2

Anonimo ha detto...

Il significato di Fatima è stato esplicitato da Papa Benedetto XVI nell'aereo che lo portava a Fatima.
Il fatto che tu non sia cattolico, anonimo 14.20, non è un valore. aggiunto alle tue convinzioni.
Alessia

Guilherme ha detto...

Qualche tempo fa, i commentatori di questo blog erano più cattolici, amavano la Chiesa veramente. Adesso amano offendere vescovi e hanno una visione molto poco storica e cattolica della Chiesa (eccezzione fatta a Salvatore Izzo, fr. A.R. e pochi altri). Prego per voi affinché si viva un clima di amore e di rispetto verso le persone che pensano in una forma diversa alla vostra. Guardate al Papa Benedetto e al Papa Giovanni Paolo. Che grandi cuori! Che visioni magnanime!

un passante ha detto...

a me pare invece che si intreccino un pò tutte le opinioni da queste parti, anche quelle di chi non crede, e le critiche ai vescovi qui le ho sempre lette, anche quelle al Papa da parte di qualcuno. E' strana questa chiesa, si possono quasi mettere in dubbio dogmi di fede, regole della chiesa, ma non si può discutere del segreto di Fatima nè di liturgia, si può esprimere perplessità su Benedetto XVI (e qui si indignano solo le donne del blog in genere),ma se qualcuno lo fa su don Stanislao e sulle reliquie dopo un pò scatta l'elenco dei buoni e dei cattivi..
In quanto al segreto di Fatima, se posso esprimere anch'io la mia idea da non cattolico, forse sarebbe apparso più netto il significato se il coinvolgimento di un Papa nella profezia fosse stato interpretato sotto un altro pontificato, successivo. A volte è strano come in una struttura secolare come la Chiesa, dove i tempi sono eterni, per certe cose ci si lasci prendere dalla fretta
Non mi si prenda come esempio di frequentatore del blog, sono solo un passante assiduo e lungi da me volerne rovinare ulteriormente l'immagine