martedì 29 novembre 2011

Fellay: «Non possiamo approvare il preambolo così com’è» (Tornielli)

Clicca qui per leggere l'articolo.

4 commenti:

gianniz ha detto...

Purtroppo anche per mons. Fellay la fede in Gesù Cristo è meno importante della 'fede' nelle strutture terrene e in mons. Lefèbvre.

Stefano Scaglione ha detto...

@gianniz A me sembra il contrario e non sono propriamente un tradizionalista.

gianniz ha detto...

Stefano, hai sottovalutato l'anche.

ciao r (raffaele ibba) ha detto...

Naturalmente chi definisce che cosa è cristiano o no è solo il signor Fellay dall'alto della sua personale conoscenza di Gesù Cristo e di Dio.
Tutti gli altri, dal Papa Benedetto XVI fino ad Enzo Bianchi, sono eretici e non vogliono seguire l'unico che ha ragione.
Si tratta di una sciocchezza umana e di una bestemmia contro la presenza vivificante dello Spirito.

ciao
r