venerdì 16 settembre 2011

Notizia "fondamentale" data stasera al Tg1: 100 parlamentari tedeschi diserteranno il discorso del Papa al Bundestag

Una notizia che meritava tanta rilevanza? Non mi pare.
C'e' liberta' per tutti, anche per coloro che decidono di non approfittare della grande occasione di ascoltare Benedetto XVI.
In ogni caso e al di' la della notizia del Tg1, noi italiani siamo proprio gli ultimi ad avere il diritto di scandalizzarci: il Papa, infatti, parlera' al Bundestag, in terra secolarizzata e protestante mentre, a Roma, alla Sapienza, universita' fondata da un suo predecessore, non ha potuto mettere piede.
Eh si'...ricordiamolo tanto per vergognarci un po': Benedetto XVI ha parlato nelle universita' e al mondo della cultura di Parigi, Londra, Ratisbona, Praga, Lisbona, Madrid, a Zagabria...
Non ha parlato solo alla Sapienza, nella citta' di cui e' vescovo.
Forse e' meglio tacere e non fare la morale agli altri.

R.

8 commenti:

laura ha detto...

Purtroppo, non è una buonsa notizia, ma il Tg 1 non perde occasione....

Per quanto riguarda l'accoglienza al Papa, cara Raffaella, bisogna precisare che il Papa non ha poutto parlare a ROMA!!!!! nella SUA ROMA!!!!!! mentre Lo hanno accolto anche in Turchia, quinid limiterei la vergogna alla città di Roma che non ha fatto asolutamente nulla per rimediare in qualche modo a un fatto nidegno e senza precedenti.

gemma ha detto...

in compenso il tg1 si dimentica spesso di darci altre notizie fondamentali, che magari riguardano l'italia.
Tralasciando questo, qualcuno probabilmente spera che anche in Germania tra boicottaggi e minacce di manifestazioni finisca come alla sapienza. Spero che stavolta il Papa non si lasci intimidire. Comunque, pazienza per la sapienza, faremo senza..
PS secondo una prestigiosa classifica internazionale non è più tra le 200 migliori università del mondo, elenco nel quale tra le italiane figura solo l'università di Bologna

Anonimo ha detto...

Non mi pare proprio che il Papa si sia fatto intimidire dai contestatori delle sapienza, Gemma.
Non vi andò perché temeva per quei ragazzi visto che Amato aveva previsto scontri. Pensi forse si farà intimidire da 100 parlamentari della SPD? Non mi pare proprio che Benedetto sia un fifone :-)
Alessia

Anonimo ha detto...

Non so che dire... è un periodo che nell'imminenza dei (diciamo così, lo so che non è giusto) "grandi eventi" di cui è protagonista Benedetto XVI sembra che tutti si divertano a prevedere flop di pubblico e contestazioni. Così è successo per la beatificazione di Giovanni Paolo II (ricordate il compiaciuto articolo del Monsignore di Repubblica, che descriveva un Vaticano terrorizzato dalla scarsità di prenotazioni?), così è successo per la GMG, dove sembrava che gli unici ad aspettare il Papa fossero i contestatori che lo attendevano per insultarlo... abbiamo visto come è finita in un caso e nell'altro, non c'è ragione di credere che questa volta sarà diverso.

Ezio

mariateresa ha detto...

comunque vada, però, è un vero asilo infantile di luoghi comuni che si ripetono. Veramente ci sono gruppi che stanno svegli la notte per dare contro sempre e comunque con delle flebo di disfattismo da distribuire a tutti.
Ora io dico: ma che gusto c'è?
In una Reuters che ho letto da Teresa Benedetta c'è scritto che la gente preferiva GPII, in Germania intendo. Questa è una panzanaccia. Lo preferivano talmente che l'hanno accolto a pomodorate.
Evidentemente è difficile abbandonare il luogo comune che ci ha maciullato i zanetti per sei anni.

Anonimo ha detto...

Si autoconvincono che sarà un flop per sollevare il loro ego mortificato dai tanti fallimenti loro, eheheheh.
Alessia

Anonimo ha detto...

Si autoconvincono che sarà un flop per sollevare il loro ego mortificato dai tanti fallimenti loro, eheheheh.
Alessia

Manuela ha detto...

più parlano e pronosticano insuccessi, più vengono fuori numeri sbalorditivi (2.000.000 alla GMG non è mica male ;)).... cmq la Sapienza poi ha accolto Gheddafi... insomma la dice lunga su come sono messi!!