mercoledì 9 novembre 2011

Benedetto XVI, perfetto capro espiatorio del nuovo millennio...(Raffaella)

Cari amici,
è da un po' di tempo che sto riflettendo sulla "teoria" del capro espiatorio.
Ci viene in aiuto Wikipedia:


"In senso figurato, un "capro espiatorio" è qualcuno a cui è attribuita tutta la responsabilità di malefatte, errori o eventi negativi e deve subirne le conseguenze ed espiarne la colpa ; è bene anche dirsi, che il capro espiatorio diventa soggetto di tali accuse, e quindi probabili pene, più volte prima di essere definito tale. La ricerca del capro espiatorio è l'atto irrazionale di ritenere una persona, un gruppo di persone, o una cosa, responsabile di una moltitudine di problemi".

Beh, basterebbe mettere una foto di Papa Benedetto a illustrazione di tale definizione.
C'e' l'alluvione e Genova? Un premio Nobel se la prende col Papa perche', a suo dire, non ha rimproverato preventivamente l'amministrazione locale e statale. Come dite? Papa Benedetto ha dedicato all'ambiente Messaggi, discorsi ed omelie? E che importa?
Scoppiano in tutto il mondo scandali che riguardano i preti pedofili? Colpa di Papa Benedetto e, ancora prima del cardinale Ratzinger! Come dite? Si tratta di atti e fatti accaduti trenta, quaranta o cinquanta anni fa? E allora?
E perche' non apre gli archivi? Come dite? Non e' stata fatta la stessa richiesta ai suoi predecessori? Perche'? Ha importanza? E' colpa di Ratzinger, e' lui che ha le chiavi di tutti gli archivi del mondo.
Piove? Tira vento? C'è caldo? Vi ha punto una vespa? Vi si e' rotta l'unghia di un dito del piede? Vi e' venuto un brufolo sulla punta del naso? Problemi di cellulite? Siete magri? Grassi? Bassi? Vatussi? Vi si e' chiuso il medio nella portiera dell'auto? Siete caduti a gambe all'aria scivolando sulla buccia di banana?
Ma perche' non dare la colpa a Papa Benedetto?
Sta li'...pronto per essere colpito.
Non e' comparso un arcobaleno? Colpa di Ratzinger che non domina la natura!
E' comparso l'arcobaleno (vedi Auschwitz)? Ma che volete? E' un fenomeno atmosferico normale dopo una pioggia.
Tira il vento? E' lo Spirito Santo che soffia su tutti i predecessori dell'attuale Pontefice (con l'eccezione di qualcuno).
Il vento si diverte a sollevare la mantella di Papa Benedetto come stamattina? Ma che c'entra? Non avete mai visto il vento? Lo zucchetto vola via? Ma e' responsabilita' del Papa che non si mette i bottoncini automatici sui capelli visto che, al contrario degli altri, ha una chioma invidiabile! A proposito: come si permette di avere il ciuffo? Non e' in continuita' con i predecessori.
Crisi finanziaria in Italia? Colpa del Papa che e' sempre sui giornali (quali?).
Piove? Una benedizione! Commozione degli Angeli.
Piove su Papa Benedetto? Ecco! Non e' capace di fermare il fenomeno!
Torna il sole dopo la pioggia? Miracolo!
Riappare il sole alla presenza di Joseph Ratzinger? Embe'? Avranno sbagliato le previsioni!
Lascio stare la battuta sulla pedana mobile perche' sarebbe troppo facile...
In sintesi: Benedetto XVI non ne fa una giusta.
Peccato che il tiro al piccione sia ormai uno sport talmente praticato da essere diventato noioso e ripetitivo.
Dispiace che gli attacchi piu' gravi ed offensivi arrivino proprio dal mondo cattolico, in particolare da quella parte che vive con la testa rivolta all'indietro incapace di vedere sotto il proprio naso.
Nessuno chiede il panegirico quotidiano di Papa Benedetto (il tempo degli osanna ad un Pontefice e' passato), ma si chiede un briciolo di obiettivita' che consenta a tutti di evitare, se possibile, le brutte figure.
Grazie per l'attenzione.

R.

Su segnalazione di Mariateresa leggiamo anche:

J’ACCUSE DI RENÉ GIRARD

17 commenti:

mariateresa ha detto...

è così.
Segnalo Girard che sul capro espiatorio ha scritto un bel libro. E con riferimento a papa Benedetto ha appunto applicato alla realtà quello che è già raccontato nella Bibbia.

http://wrh-dependance.splinder.com/post/11436201/jaccuse-di-rene-girard

mariateresa ha detto...

il libro di Girard

René Girard.
IL CAPRO ESPIATORIO.
Adelphi Edizioni, Milano 1987.
Meditate

Meditate gente, meditate.

Anonimo ha detto...

Per che avesse difficolta' a leggere un tometto, lo stesso concetto di fondo espresso in 2minuti e 40 inh forma scherzosa:

http://www.youtube.com/watch?v=asYxJuQCxSU

Miserere ha detto...

Berlusconi si dimette? E sì, è colpa del Papa! Non dimentichiamo anche la crisi finanziaria, il crollo delle borse... Tutto colpa di B16!

Anonimo ha detto...

Non esageriamo, per favore! Ogni Papa è stato denigrato in vita e osannato post mortem

Raffaella ha detto...

Esempi?
R.

mariateresa ha detto...

sul denigrato un esempio potrebbe essere Paolo VI. Ma l'osannato post mortem ancora lo aspettiamo.
Ho letto che a volte Paolo VI piangeva per tutte le angherie che doveva leggere e anche sopportare dalla Curia.
Ma Benedetto è un caso particolare.
Perchè è un uomo felicemente particolare.
No non esageriamo, anonimo.
Magari esagerassimo.

Anonimo ha detto...

Miserere, se per assurdo il Papa chiedesse a Berlusconi di dimettersi certa gente, certi vaticanisti che si sono lamentati della non ingerenza della Chiesa in questo frangente, lo farebbero santo subito senza attenderne il trapasso tra 100 anni.
Alessia

Raffaella ha detto...

:-))
...in questo caso lascerebbero i nostalgici con le pive nel sacco, rischio che comunque questi ultimi corrono alleandosi con i laicisti della prima ora pur di dare addosso a Papa Benedetto.

sonny ha detto...

Ora ho capito a chi devo dare la colpa per essermi chiusa un dito nella porta del garage....grazie Raffaella!!!!!

laura ha detto...

Sei troppo brava raffaell. Peccato che quello che dici, seppure paradossale, sia verosimile, se n overo ed è molto triste che il Papa sia così criticato e denigrato.

nonno ha detto...

Tutti i papi osannati post mortem? In qualche film, forse...Paolo VI non è stato osannato post mortem, e nemmeno Pio XII, e comunque erano tutti considerati successori di Pietro, non del predecessore.

un passante ha detto...

innegabilmente tu raffaella gli vuoi molto bene, e quindi sei ipersensibile, ma con lui stanno giocando abbastanza sporco, in tanti. E non solo tra quelli che hanno la fobia per l'acqua benedetta. E sono i peggiori secondo me. A volte leggo frecciatine da parte di signori cattolici sia laici che consacrati (abilmente tra le righe, ma efficaci) che il vecchio Politi gli fa un baffo

medievale ha detto...

ot ma non troppo, stasera Pietro Orlandi era ospite di Chi l'ha visto e presentava la sua petizione a Benedetto XVI. Qualcuno ha visto la trasmissione? So che su questo blog c'è stato uno scambio molto corretto e cortese con il signor Orlandi, per cui spero che il programma sia stato gestito bene dalla conduttrice e non trasformato nell'ennesima occasione di addossare al Papa responsabilità che magari risalgono a venti anni fa e oltre.
Ne sapete qualcosa? Thanks

Anonimo ha detto...

Sono negli Stati Uniti e posso imparare cio che ha fatto anche il beato Papa Giovanni Paolo II contro la pedofilia. Hanno lavorato insieme.
Mi sembra stranno di vedere solo nel nostro caro Papa attuale il capro espiatorio.

Anonimo ha detto...

arrivo in ritardo,ma ho apprezzato molto il tuo memorandum,cara Raffy,hai perfettamente ragione,mi permetto di dire che Cristo ha promesso il Paradiso a quanti hanno sofferto a causa sua;per me,resta il papa più grande di tutti...e pensare che volevo farmi buddhista.....lo amerò e lo difenderò sempre anche se per colpa?sua mi hanno giudicato mattoide,è ciò che pensa il mio(?) prete.....

ciao r (raffaele ibba) ha detto...

La nostra epoca gioca sporco.
E gioca sporco su molti piani ed a proposito di troppe cose.
Benedetto XVI è in uno dei fulcri del sistema della menzogna perché, ostinatamente e con grande competenza culturale, ribadisce la verità antropologica del messaggio di Cristo. E la ribadisce oltre e contro la menzogna contemporanea.
In questa lotta non siamo e non è solo. Per questo si sceglie gli interlocutori tra gli intellettuali che "cercano la verità" e la cercano dentro le relazioni umane viventi. Quindi la cercano anche in un confronto con Cristo.
Paolo Flores d'Arcais sta dentro la menzogna e non ne vuole uscire, come Umberto Eco. Adriana Cavarero o Julia Kristeva cercano strade per uscirne.
Benedetto è un grandissimo papa perché sta dentro il vento che tira oggi nel mondo.
Per questo "è perseguitato", cioè viene attaccato violentemente.
Perché è fedele a Cristo.
Tuttavia, insisto, si da troppa importanza alla presenza dei media. Sono molto inutili.
Le confusioni gravi sono da altre parte (per dire ... un libro di storia del biennio dello scientifico usa la parola "fede" per indicare quelle cose che si indicano con la parola "religione" ... tipo "la fede islamica" ... ora questo crea comunque confusione, anche se i ragazzi non leggono e fanno la mossa del cavallo ... non li aiuta a capire ... non esiste una "fede islamica" ma una "religione islamica" ... sono cose diverse e nello studio andrebbe sottolineato ... questa è ciò che chiamo "menzogna" ... anche se inconsapevole in chi la propone).

ciao
r