martedì 8 febbraio 2011

Secondo uno dei firmatari del memorandum sul celibato, il vescovo di Stoccarda Fuerst ha accolto positivamente la nota e sosterrà in conferenza episcopale il diaconato femminile

Clicca qui per leggere la notizia segnalataci da Alberto. Qui una traduzione.
Ah...le Conferenze Episcopali...

22 commenti:

Anonimo ha detto...

Vediamo se il Vaticano chiama a rapporto la conferenza episcopale tedesca come fece con quella giapponese...

Jacu

Raffaella ha detto...

Figuriamoci!
R.

Anonimo ha detto...

Il Card. Meisner: In Germania la penuria di vocazioni non dipende dal celibato ma dalla mancanza di Cristiani.

http://www.kath.net/detail.php?id=30060

Alberto

gemma ha detto...

scusate l'ignoranza, ma siccome da noi i diaconi sono anche i laici che affiancano i sacerdoti, qui cosa si intende esattamente per diaconato femminile?

Anonimo ha detto...

@raffaella

Appunto: forti con i deboli e deboli con i forti!

Sbaglio o ordinare e/o partecipare all´ordinazione di una donna è uno dei graviora delicta?
Quindi un vescovo cattolico è pronto a sostenere l´approvazione in seno a una conferenza episcopale di un gravius delictum?
E il Vaticano resta a guardare? A voglia la pazienza, ma qui si rischia di creare tanta, ma tanta confusione e di dare l´impressione che le regole sono fatte per essere infrante, anche quelle che dovrebbero portare a una scomunica

Jacu

Caterina63 ha detto...

.... la risposta del Papa è chiarissima:


Il Papa ai nuovi vescovi: Siate come un albero dalle radici profonde. Opporsi con coraggio alle correnti del momento appartiene in modo essenziale al vostro compito


^__^

Anonimo ha detto...

Dato che il diaconato femminile altro non è che il primo gradino verso la richiesta del sacerdozio femminile, ecco l´articolo quinto sull´ordinazione di una donna.

Art. 5

Alla Congregazione per la Dottrina della Fede è riservato anche il delitto più grave di attentata sacra ordinazione di una donna:

1° fermo restando il disposto del can. 1378 del Codice di Diritto Canonico, sia colui che attenta il conferimento del sacro ordine, sia la donna che attenta la recezione del sacro ordine, incorrono nella scomunica latae sententiae riservata alla Sede Apostolica;

2° se poi colui che attenta il conferimento del sacro ordine o la donna che attenta la recezione del sacro ordine è un cristiano soggetto al Codice dei Canoni delle Chiese Orientali, fermo restando il disposto del can. 1443 del medesimo Codice, sia punito con la scomunica maggiore, la cui remissione è pure riservata alla Sede Apostolica;

3° se poi il reo è un chierico, può essere punito con la dimissione o la deposizione.

Jacu

Anonimo ha detto...

Quella del sacerdozio femminile non è proprio una corrente del momento.

Caterina63 ha detto...

gemma ha detto...
scusate l'ignoranza, ma siccome da noi i diaconi sono anche i laici che affiancano i sacerdoti, qui cosa si intende esattamente per diaconato femminile?

*************************

Si rifanno ad una usanza dei primi due secoli per la verità NON molto chiara... ossia, in quale senso si effettuasse questo diaconato al femminile...
Ma la Chiesa stessa e i Padri hanno sempre chiarito la differenza di tale diaconato tra gli uomini e le donne a tal punto che proprio per evitare confusioni il diaconato rimase esclusivamente PER GLI UOMINI.... quale gradino, dopo il servizio di chierichetto, per accedere alla consacrazione presbiteriale, ossia l'Ordinazione vera e propria...

Con il Concilio ultimo si è rivoluto rispolverare questo servizio tuttavia LASCIANDOLO solo per quei LAICI, uomini, SPOSATI...
mentre si è concesso alle femminucce di servire come chierichette....ma anche qui, tuttavia ci sono LIMITAZIONI alla presenza femminile sull'Altare, assai disattesa dai Vescovi diocesani e dai parroci...

Quindi, la pretesa delle diaconesse E' FALSA E PRETESTUOSA.... ed è strumentalizzata per poter accedere, più avanti, al sacerdozio femminile....

;-)

gemma ha detto...

grazie caterina :)

vincenzo ha detto...

I diaconi con l'ordinazione hanno ricevuto il Sacramento dell'Ordine e la grazia sacramentale. Non sono laici ma ordinati per un ministero che è uno dei più antichi della Chiesa. Lo stesso Gesù dice "io sono venuto per fare il DIACONO".

Caterina63 ha detto...

Anonimo ha detto...
Quella del sacerdozio femminile non è proprio una corrente del momento.

****************

in pratica si dal momento che dopo l'avvento del Protestantesimo è vero che arrivarono le donne come PASTORE, ma non avevano più l'Ordinazione sacerdotale... ;-)

questa corrente si sviluppa oltremodo negli anni '70 a sostenerla saranno i Vetero Cattolici, separati dal Concilio Vaticano Primo..e con gli Anglicani.. da qui l'inzuppo di non pochi vescovi che a quell'epoca con Hans Kung cavalcarono questo cavallo....
ripeto, nel mondo protestante luterano e calvinista, non essendoci il sacerdozio ordinato NON SONO NEPPURE PRETI, MA PASTORI... mentre nella comunità Anglicana e Vetero, vantando l'ordinazione presbiteriale, il ricorso alle donne prete è decisamente assai più avvertito...

**************

vincenzo ha detto...
I diaconi con l'ordinazione hanno ricevuto il Sacramento dell'Ordine e la grazia sacramentale. Non sono laici ma ordinati per un ministero che è uno dei più antichi della Chiesa. Lo stesso Gesù dice "io sono venuto per fare il DIACONO".

******************

l'ordinazione al diaconato NON è ancora il Sacerdozio....
il SEMINARISTA infatti riceve l'ordinazione al diaconato ma non è ancora presbitero....
al contrario, l'ordinazione del diaconato dei laici è diverso e non prevede, ovviamente, l'ordinazione presbiteriale...

;-)

Anonimo ha detto...

Grazie a Caterina per le spiegazioni e l'ammirevole equilibrio :-)
Alessia

Anonimo ha detto...

Carissimi, il problema è più complesso di quello che sembri...
Poichè nell'antichità esistevano le diacenesse so per certo che un vescovo otrodosso (non un modernista...ma un ortodosso tradizionalista...) ha ordinato diacone due suore che poi effettivamente aiutavano nella liturgia. Sembrerà strano ma ovviamente nella mentalità orodossa questo non è un passo per l'ordinazione di preti donna...
cfr http://it.wikipedia.org/wiki/Diaconessa
Ciao
Flavio

Anonimo ha detto...

@Flavio

Le chiese ortodosse hanno un attaccamento alla tradizione e alla disciplina che noi non ci sogniamo la notte: lei si ricorda che durante la visita di Benedetto a Cipro qualche vescovo ortodosso aveva detto che non avrebbe partecipato all´incontro con il Papa: il patriarca li aveva minacciati di sanzioni (mi pare di scomunicarli). Lei si immaginerebbe qualcosa del genere nella Chiesa cattolica.

Le ricordo che le chiese ortodosse hanno tante cose che noi non abbiamo e altre non hanno che noi abbiamo: trovo strano che ora siano diventate il modello, il punto di riferimento per noi cattolici, naturalmente solo per quello che ci pare: i tradizionisti li ammirano per la liturgia tradizionale (omettendo i preti non celibatari), i modernisti invece li indicano a esempio per i preti non celibatari (omettendo la liturgia tradizionale ed elaborata, ricca di vesti e paramenti preziosi, la morale piuttosto solida): insomma ognuno ci vede quello che ci vuole vedere.

Mi stupisco che noi cattolici non abbiamo più il senso della nostra identità della nostra Chiesa, fondata da Cristo e affidata a Pietro e ai suoi successori, e che cerchiamo le risposte non dal Vicario di Cristo, ma dalle altre chiese o comunità cristiane: ma crediamo ancora che questa Chiesa è guidata dallo Spirito Santo? Se Dio vorrà le diaconesse, lo farà sapere al Suo servo.

Ps.: nel Nuovo Testamento si parlerà anche di diaconessa, ma si parla anche di donne che devono coprirsi il capo in chiesa, devono tacere durante le riunioni, devono stare sottomesse ai loro mariti.
O prendiamo tutto alla lettera e lo applichiamo ai giorni nostri o non si può contestualizzare e considerare idea personale di Paolo ciò che ci fa comodo.
Inoltre se Paolo ha ordinato una diaconessa e poi afferma che le donne non devono parlare nella riunione ho difficoltà a immaginare che la diaconessa avesse gli stessi compiti di un diacono ai giorni d´oggi.

Jacu

vincenzo ha detto...

caterina 63 ha detto:
l'ordinazione al diaconato NON è ancora il Sacerdozio....
il SEMINARISTA infatti riceve l'ordinazione al diaconato ma non è ancora presbitero....
al contrario, l'ordinazione del diaconato dei laici è diverso e non prevede, ovviamente, l'ordinazione presbiteriale...

;-)

Carissima, nessuno ha detto che il diaconato sia un presbitero. Ma il diaconato è uno dei tre gradi del sacramento dell'Ordine.
vedi anche il seminarista è un laico che solo dopo aver ricevuto il diaconato diventa clero. Anche il diacono permanente è clero. Sia il diacono che il presbitero partecipano con deiverso grado al sacramento dell'ordine. La pienezza è solo del Vescovo.
... questa è sana dottrina della Chiesa...
Ma qua si discute di altro (sacerdozio agli sposati, diaconato alle donne, morale sessuale, comunione ai divorziati risposati). In merito non mi pronuncio ma sto in attesa di vedere con umiltà cosa ci suggerisce lo Spirito che nella Chiesa ha già percorsi per potersi manifestare.
... vorrei però dire che anche il Santo Padre non mi sembra voglia impedire di approfondire su alcune di queste tematiche..
un ABBRACCIO

Maria ha detto...

Mi associo anche io ai ringraziamenti a Caterina :)

un ins.di religione ha detto...

riguardo alle "diaconesse" si legga la notificazione delle Congregazioni della dottrina della Fede,del Culto Divino e del Clero pubblicata nel 2001 ( ratzinger era allora il prefetto dell'ex sant'Uffizio)..questi sono i documenti che fan testo!!! non le sparate di certi episcopi progressisti e di chi li segue!! tranquilli che il Papa non da retta a simili sciocchezze!..ha cose molto più serie a cui pensare!! e poi non mi si venga a dire che la donna non ha spazio nella Chiesa!!x favore!! io sono un ins.di Religione e vi assicuro che la stragrande maggioranza dei miei colleghi son donne!..e poi le donne fanno parte di cori parrocchiali,consigli pastorali,guidano talvolta uffici di curia ecc..le bambine possono fare le chierichette...non mi si venga a dire x cortesia che la donna è emarginata nella Chiesa! ah,le diaconesse di cui parla il Nuovo testamento altro non erano che delle semplici "sacrestane"( custodi della chiesa) o qualcosa del genere,niente di più e nessun conferimento del Sacramento dell'Ordine!..ci si metta il cuore in pace

Alessandra Mirabella ha detto...

S.Agata (patrona della mia città) era diaconessa. in pratica si occupava della preparazione dei catecumeni. In pratica una sorta di moderna catechista. Quindi niente a che fare con il diacono che noi conosciamo.

Questi teologi sia vadano a ripassare un pò di storia della Chiesa e poi ne riparliamo...

Caterina63 ha detto...

Anonimo ha detto...
Carissimi, il problema è più complesso di quello che sembri...
Poichè nell'antichità esistevano le diacenesse so per certo che un vescovo otrodosso (non un modernista...ma un ortodosso tradizionalista...) ha ordinato diacone due suore che poi effettivamente aiutavano nella liturgia. Sembrerà strano ma ovviamente nella mentalità orodossa questo non è un passo per l'ordinazione di preti donna...
cfr http://it.wikipedia.org/wiki/Diaconessa
Ciao
Flavio

********************

volevo rispondere ma vedo che Raffaella ha provveduto pubblicando il testo sull'Ordinazione al Diaconato... ^__^ ergo è sufficiente a smentire certi intrallazzi...

Nell'antichità il diaconato al femminile fu appunto RISOLTO dai Padri della Chiesa e da diversi Concili e Sinodi...e va detto che la mentalità con la quale si vuole oggi imporre tale diaconato, è ben diverso.... qui si vuole usare il diaconato come un cavallo di Troia e da qui fare il passo successivo del sacerdozio ordinato....

*************************

Caro Vincenzo concordo con te, la mia era una sottolineatura...
quanto all'attendere che lo Spirito Santo possa MODIFICARE LA DOTTRINA, è un atteggiamento sbagliato, illusorio ed anche ingannevole...
perdonami!
ED E' FALSO che il Papa stia pensando di modificare in qualche modo queste dottrine...
PARLARE dei problemi è un conto, pensare di risolverli modificando la dottrina è un altra cosa...
Il Papa desidera TROVARE LINGUAGGI E MODI PIU' CONVINCENTI a dispiegare le RAGIONI della Dottrina ;-)
questo sta facendo da tempo...

approfondire le tematiche è un conto, pensare di farlo modificando la dottrina è ingannevole e falso, il Papa non mira a questo!

perdonami,per il tono, ma è indispensabile che certo parlare sia SI, SI- NO, NO il di più è...tempo perso e puzza di zolfo ^__^

Caterina63 ha detto...

Alessandra Mirabella ha detto...
S.Agata (patrona della mia città) era diaconessa. in pratica si occupava della preparazione dei catecumeni. In pratica una sorta di moderna catechista. Quindi niente a che fare con il diacono che noi conosciamo.

Questi teologi sia vadano a ripassare un pò di storia della Chiesa e poi ne riparliamo...

************************

ESATTO!!!!
t'abbraccio per questa sottolineatura ^__^

Alessandra Mirabella ha detto...

Ricambio l'abbraccio :-)