mercoledì 21 settembre 2011

Che allegria sui quotidiani di oggi...partiamo da "Il Giornale"

Clicca qui per leggere l'articolo.

11 commenti:

Anonimo ha detto...

Raffy, scusa ma ... siamo proprio obbligati a leggerli 'sti corvacci?
Alla luce delle esperienze passate, t'aspettavi di più o di meglio?
Alessia

Raffaella ha detto...

No, ma mi preparo per lunedi' :-))
R.

Anonimo ha detto...

Lunediiiiii? Tutti zitti, cara mia:-))
Alessia

Raffaella ha detto...

Parleremo noi :-))
Buongiorno a tutti!!
R.

ciao r (raffaele ibba) ha detto...

Abbiate fede.
Non leggo il Giornale per ragioni di stomaco.
Per ragioni di cuore non leggo giornali (guardo con più attenzione il Post, che è una specie di superblog).
Raffa,
andrà magnificamente questo viaggio, perché il Papa NON sarà accolto dai servi chiacchieroni di qualche padrone, ma da persone libere e cristiane.
Quel che il Papa desidera e che troverà: fede e amore in Gesù Cristo.

ciao
r

Anonimo ha detto...

Ben detto, Raffa.
Lascia che si sfoghino adesso i corvacci, che tanto dopo sarano zittiti da un "silenzio assordante" stile jmj. E ancora, per l'ennesima vola, non capiranno perche'....

mariateresa ha detto...

a me quello che meraviglia ogni volta è l'omogeneità sovietica delle opinioni.
Ma è mai possibile che nessuno si alzi la mattina con un'idea originale in testa?Per sapere cosa pensare certi giornalisti leggono tutti alla stessa fonte e dopo usano le stesse parole, gli stessi aggettivi e gli stessi tono apocalittici.
Ma non fa un po' pena tutto questo?
E diciamo la verità, l'ho constatatao anche su altre questioni e non solo nell'informazione religiosa.
Ma è questa la libertà di stampa?
Un bovino ripetere sempre le stesse cose?

gianniz ha detto...

Lasciamoli parlare! Portano bene!

Eppoi così parlando esprimono i loro desideri, le loro speranze, il loro retro pensiero, da giornalisti ben allineati tra loro quali sono. Avrebbero così tante cose da dire se il viaggio andasse male!!!

E invece saranno costretti a tacere... Ancora una volta. Poveri loro!

Anonimo ha detto...

L'importante è pregare per il Papa, poi il suo Principale provvederà!
Gabriella

Fabiola ha detto...

Suppongo che il loro problema sia quello di riempire qualche spazio sul giornale. Per questo, quasi tutti, riciclano banalità risapute e strasentite.
Comunque questo grande Papa non è mai stato il Papa dei tedeschi (per fortuna) così come, certo, Giovanni Paolo II fu il Papa dei polacchi. I tedeschi non sanno cosa si perdono (ovviamente sto generalizzando),per una volta che avrebbero avuto qualcosa di cui essere limpidamente fieri. E Dio sa se ne avrebbero bisogno!

gemma ha detto...

l'unica cosa che ci verrà sicuramente raccontata sarà la manifestazione contro, magari contando tra i partecipanti anche giornalisti e osservatori al seguito. Per il resto, i contestatori del Parlamento li andranno a cercare col megafono, così come i teologi dissidenti avranno cattedre di gloria, ma se qualcosa dovesse andar meglio del previsto, non farà notizia. E' accaduto già a Madrid
Sarà ormai mezzo secolo che si recriminano le stesse cose, come se la fede fosse qualcosa che spunta all'improvviso, dopo che sulla stampa leggi che domani celebrerà una donna, i preti si sposeranno o un papa dirà che non è poi così male abortire e il matrimonio è una baggianata. Tutti ad esaltare Lutero, ma nessuno ci dice mai come stanno i luterani, e il goliardico "siamo Papa" non poteva comunque stare per la maggioranza dei tedeschi, visto che i cattolici sono da tempo una minoranza.